Storie · Turismo

Elektrėnai, e il suo luna-park abbandonato (dire fare visitare in Lituania #13)

Fra

Elektrėnai è una cittadina di 14.000 abitanti, a 50 km da Vilnius e da Kaunas.
E’ uno dei Comuni più nuovi della Lituania: è stato formalmente istituito soltanto nel 2000.

La sua storia è recente e inizia con una precisa ‘data di nascita’: il 18 aprile 1960.
Quel giorno si decise di costruire una grande centrale elettrica a metà strada tra le due più grandi città del Paese, in una zona di campagna scarsamente abitata.
Erano i tempi dell’Unione Sovietica e dell’economia pianificata. Tutto venne programmato a tavolino.
– Nel 1961 iniziarono i lavori di costruzione di una diga fluviale. La diga creò un grande lago, che modificò radicalmente il paesaggio e il micro-clima locale – l’acqua, utilizzata nel processo industriale, è infatti di qualche grado più calda di quella degli altri laghi della regione.
– Nello stesso anno cominciarono, con la posa della prima pietra, anche i lavori di costruzione della centrale elettrica.
– Per dare un’abitazione ed un ambiente di vita ai costruttori ed ai futuri lavoratori della centrale, inoltre, dal 1960 al 1972 lo Stato ideò e realizzò una cittadina completamente nuova, con tutti i servizi. Il 19 aprile 1962, essa venne ‘battezzata’ Elektrėnai – in tributo il suo prodotto di punta: l’energia elettrica.

Elektrėnai si presenta oggi come una cittadina razionale, ordinata, silenziosa, composta da grandi, sovietici, grigi monoliti di cemento. Non esistono edifici risalenti a prima del 1960.
E’ un simbolo di quell’era, un’eccellenza della Lituania sovietica.
Non è una ghost-town, com’è invece successo a molti altri insediamenti di quegli anni (ad esempio quelli per minatori nella Russia interna).
All’opposto, ha saputo rimanere viva, anche grazie al costo conveniente delle case (varie persone abitano qui e fanno le pendolari con Vilnius o Kaunas, che sono facilmente raggiungibili in autostrada).

Elektrėnai è famosa, in Lituania, per l’hockey su ghiaccio.
E, soprattutto all’estero, per il suo luna-park abbandonato.

Il luna-park si chiama Il Mondo dei Bambini (Vaikų Pasaulis) ed è in centro, non distante dalle sponde del lago.
Non è molto grande, anche se contiene tutte le giostre più tipiche (la ruota panoramica, il tagadà, i seggiolini volanti, le gabbie… ).
Ed è chiuso dal 2012.
Ciò che si vede ora è la sua carcassa.

Il luna-park era stato pensato per il divertimento del proletariato di Elektrėnai.
Ha funzionato per molti anni e, nel 2002, venne anche acquistata, da Mosca, la sua principale attrazione: le montagne-russe “Jet Star 2”. Un grosso investimento. Soltanto due esemplari al mondo.
Il problema è che aveva problemi di sicurezza. Alcuni bambini rimasero incastrati in cima.
Nessun ferito, tutto risolto, ma i genitori cominciarono a non fidarsi, a non mandarvi più i propri figli. I clienti del luna-park si ridussero a tal punto da obbligare a proprietà a chiudere momentaneamente i battenti.
La riapertura non è però mai avvenuta, e tutto è rimasto così com’era l’ultimo giorno.

Il luna-park abbandonato è la cosa più interessante da visitare in città.
Vari turisti ed esploratori urbani ci arrivano appositamente, grazie al tam-tam soprattutto via web.
Nonostante ciò, curiosamente, esso non è citato in nessuna guida della zona.

– Grazie a Noora per avermi fatto scoprire questo monumento alla memoria di un’epoca.

(Nella foto di Francesco Giudice: Il luna-park abbandonato di Elektrėnai)

***

Altri dire fare visitare in Lituania:

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...