Storie · Turismo

La pietra dei miracoli (dire fare visitare in Lituania #11)

miracle.jpg

A Vilnius, davanti alla Cattedrale di San Casimiro dedicata ai Santi Stanislao e Ladislao, al cui interno è la bellissima cappella di San Casimiro, c’è la pietra dei miracoli.

Non è facile da trovare – la piazza è infatti maestosa e la pietra è piuttosto piccola.
Si tratta di una piastrella del selciato, quadrata, non sporgente, di colore rossiccio.

Non è distante dal campanile e, spesso, ci sono persone attorno ad essa.
Perché se ci si sale sopra, se si esprime un desiderio, se si chiudono gli occhi e se si gira tre volte su di essa cercando di mantenere l’equilibrio (ma c’è chi dice che è sufficiente una volta sola), vi sono buone probabilità che il desiderio poi si avveri.
Sulla piastrella vi sono una stella e la scritta stebuklas, che in lituano significa “miracolo”.

Questo portafortuna non è soltanto una questione personale, un divertimento per turisti. Riguarda infatti anche la storia recente della Lituania.
La piastrella indica infatti, per convenzione, il punto in cui il 23 agosto 1989 ebbe inizio l’impressionante catena umana che unì le tre Repubbliche Baltiche nella rivendicazione dell’autonomia dall’Unione Sovietica.
Quel giorno, circa 2 milioni di persone si presero per mano, da Vilnius fino a a Tallinn, attraverso Riga, lungo circa 680 km, per 15 minuti, alle 7 di sera.

La catena ebbe una vastissima eco nel mondo occidentale, e acellerò il riconoscimento internazionale della legittimità della lotta per l’indipendenza da Mosca.
Organizzato dai movimenti pro-indipendenza dei tre Stati, segnò una nuova fase della collaborazione regionale.
Il giorno fu scelto per ricordare il 50esimo anniversario del Patto Molotov-Ribbentrop tra Stalin e Hitler, che segretamente divise l’Europa in sfere di influenza e portò, poco dopo, all’occupazione, da parte dell’Armata Rossa, di Estonia, Lettonia e Lituania.

La piastrella è famosa in tutto il Paese e, sempre di più, anche all’estero.
E’ stata installata, nel 1999, per festeggiare i dieci anni di quella famosa manifestazione popolare, politica e pacifica.
La scritta stebuklas è in forma circolare, con la S iniziale che coincide con la S finale. Questa metafora circolare vuole ricordare la catena umana, che è senza fine.

E’ ora uno dei simboli, forse piccoli ma certamente densi di significato, di Vilnius.

***

Altri dire fare visitare in Lituania:

2 risposte a "La pietra dei miracoli (dire fare visitare in Lituania #11)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...