Cose · Storie · Vita di ogni giorno

Vilnius e Gnac

Gnac

La notte durava venti secondi, e venti secondi il GNAC.
Per venti secondi si vedeva il cielo azzurro variegato di nuvole nere,
la falce della Luna crescente dorata,
sottolineata da un impalpabile alone,

e poi le stelle che più le si guardava più infittivano
la loro pungente 
piccolezza,
fino allo spolverio della Via Lattea,
tutto questo scritto in fretta in fretta,
ogni particolare su cui ci si fermava era qualcosa dell’insieme
che si perdeva,

perché i venti secondi finivano subito e cominciava il GNAC.
Il GNAC era una parte della scritta pubblicitaria
SPAAK-COGNAC sul tetto di fronte,
che stava venti 
secondi accesa e venti spenta,
e quando era accesa non 
si vedeva nient’altro. […]
(da Luna e Gnac, in Marcovaldo, di Italo Calvino)

Anche Vilnius ha il suo GNAC.
Solo che non è intermittente.

E’ un super-maxischermo pubblicitario.
Proietta su Saturno animazioni, slogan e immagini pubblicitarie.
Installato – così sembra – sul tetto del Teatro nazionale lituano dell’opera e del balletto, non passa inosservato: infatti condiziona, con la stupefacente brillantezza dei suoi led, la notte dei vilniusiani.

La sua luce, tanto potente da non poter essere guardata a lungo da vicino, si diffonde a dismisura, si riflette e si moltiplica, arriva in ogni dove.
Non si riesce ad evitarla.
E forse, per questo motivo, ha un suo fascino.

Ne esce pesantemente modificato, di notte, lo skyline della città vecchia lungo il fiume.
Immagino che, dal punto di vista commerciale, ciò sia certamente un grande risultato.
Il suo impatto artistico e ambientale, invece, è più controverso.
E a me spiace che sia una istituzione culturale ad ospitarlo.

p.s.
L’altro ieri sera, camminando lungo il Neris, dall’altra parte del fiume, mi pare di averne visto un altro: nuovo, simile, forse – spero – più piccolo.
Devo rileggermi cosa ha fatto Marcovaldo per sopravvivere al suo Gnac.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...